BenessereRimediSalute

Allergia agli acari: cos’è, cause, rimedi

Gli acari sono piccoli insetti che sono presenti in tutto il mondo. L’allergia agli acari può causare una serie di sintomi, tra cui arrossamento, prurito e gonfiore, oltre che una eventuale eruzione cutanea.
Gli acari possono essere presenti su quasi tutte le parti del corpo, compresi viso, collo, mani e piedi. Ma possono anche insidiarsi in casa, nel divano, e soprattutto negli ambienti più sporchi e disordinati. Vediamo cosa sapere a riguardo.

I sintomi dell’allergia agli acari

I sintomi dell’allergia agli acari variano da persona a persona, ma possono includere arrossamento, gonfiore e prurito intorno a un’area ben specifica. Non esiste una cura conosciuta per l’allergia agli acari. Le opzioni di trattamento includono l’uso di antistaminici per ridurre i sintomi e l’uso di creme o unguenti contenenti agenti antinfiammatori per trattare il rossore.

Perché l’allergia agli acari è così diffusa?

Gli acari sono piccoli insetti senza ali che si trovano in molti ambienti diversi, comprese le case e gli edifici, e possono essere presenti nelle persone e negli animali: si trovano sulla pelle, nei capelli e sul cuoio capelluto. Ed ecco perché è così diffusa: gli acari, in effetti, sono ovunque.

Gli acari possono essere molto dannosi per le persone allergiche. Possono causare una serie di sintomi, che possono anche durare a lungo, per cui è importante rivolgersi a un medico in presenza di disturbi legati all’allergia.

È più comune nelle persone che hanno animali domestici. È anche frequente nelle persone che vivono in aree dove ci sono molti acari o dove c’è molta erba o piante infestate da acari, o ancora in ambienti in cui c’è molta polvere o sporcizia infestata da acari. È importante notare che l’allergia agli acari può essere molto grave. Se i sintomi dell’allergia agli acari durano più di qualche giorno, è importante rivolgersi immediatamente a un medico.

Rimedi per l’allergia agli acari

Gli acari si nutrono di sangue e possono causare eruzioni cutanee, prurito e infezioni. Esistono due tipi di acari: Dermatophagoides pteronyssinus (DP) e Dermatophagoides lycii (DL). Entrambi i tipi possono causare reazioni allergiche.

Gli acari possono essere diffusi da persona a persona attraverso il contatto con indumenti o oggetti contaminati. Possono anche diffondersi attraverso l’aria quando si respirano aree infestate dagli acari.
Ci sono due modi per combattere l’allergia agli acari: prevenire l’esposizione agli acari lavando regolarmente gli indumenti e utilizzando regolarmente una crema o una lozione antiacaro. Se si soffre di allergia agli acari, è possibile trattarla con una crema o una lozione antiacaro. In caso di reazione grave, è necessario rivolgersi a un medico.

Come prevenirla in casa?

Dal momento in cui gli acari possono accumularsi, è bene pulire sempre la propria casa: per esempio, si possono insidiare anche nel divano o nel letto. A tal proposito è fondamentale fare arieggiare la casa e impedire qualsiasi problema. Una corretta pulizia previene diverse allergie: l’importante è prendersi del tempo per mettere in pratica le dovute precauzioni, come cambiare le lenzuola, farle arieggiare al mattino, o ancora utilizzare detergenti specifici per mobili e superfici.

Related Articles

Check Also
Close
Back to top button